Carissima/o,

l’emergenza epidemiologica che stiamo vivendo in Italia ha portato anche alla modifica di alcune delle scadenze fiscali.

Al momento, il contribuente che presenta il Modello 730 Ordinario deve effettuare la dichiarazione entro il:

  • 7 luglio 2020, nel caso di presentazione al sostituto d’imposta;
  • 30 settembre 2020, nel caso di presentazione diretta all’Agenzia delle Entrate, al CAF o al professionista.

Il contribuente che presenta il Modello 730 Compilato deve effettuare la dichiarazione entro il 30 settembre 2020, sia se lo trasmette direttamente che tramite CAF o intermediari.

Infine, il contribuente che presenta il Modello Redditi (ex Modello Persone Fisiche) deve effettuare la dichiarazione entro il:

  • 30 settembre 2020, se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale;
  • 30 novembre 2020, se la presentazione viene effettuata per via telematica.

Sostieni chi ci sostiene 1

La dichiarazione dei redditi ti consentirà, come in passato, di scegliere e destinare il 5x1000, che, com’è noto, rappresenta una parte dell’IRPEF dovuta, alla quale lo Stato rinuncia per destinarla agli enti che svolgono attività socialmente meritevoli, come volontariato.

Hai quindi l’opportunità concreta di sostenerci, riportando nell’apposito modulo relativo alla donazione del 5x1000 il codice fiscale dell’ADA: 03958751004.

Ti segnaliamo che puoi assegnare all’ADA il 5×1000 anche se non sei tenuto a effettuare la dichiarazione dei redditi. Invero, in questo caso si compila il Modulo allegato al CUD, consegnandolo poi ad un patronato o a un commercialista o gratuitamente in un ufficio postale.

Grazie al sostegno che ci darai, l’ADA - come ha già fatto dall’inizio dell’emergenza dovuta al Covid-19 - intensificherà ulteriormente il proprio impegno per l’assistenza degli anziani, continuando, comunque, a tutelarne i diritti e a valorizzare gli stessi come risorse fondamentali della nostra società.

Ti ringraziamo per l’attenzione e ti porgiamo i nostri più cordiali saluti.

Il Presidente

Alfonso Trotta